Vanda Bonardo

Home » DOCUMENTI » APPUNTI INTERVENTO IN ASSEMBLEA REGIONALE SEL PIEMONTE 4 MAGGIO 2013

APPUNTI INTERVENTO IN ASSEMBLEA REGIONALE SEL PIEMONTE 4 MAGGIO 2013

https://www.cipra.org/it/notizie/punto-di-vista-gli-eccessi-delle-olimpiadi

contatti

1-202-555-1212
Lunch: 11am - 2pm
Dinner: M-Th 5pm - 11pm, Fri-Sat:5pm - 1am

bandiere selCon il voto di febbraio l’Italia ci ha chiesto esplicitamente un cambiamento di rotta. Al contrario la risposta dell’asse PD-PDL e Lista civica, costruito  da Napolitano, è  stata di netta conservazione. Un sentimento di paura del cambiamento oltre a evidenti  interessi contrapposti nel PD hanno impedito la realizzazione di quel governo che noi abbiamo fortemente auspicato  con l’adesione al progetto Italia Bene Comune. Il progetto si è maldestramente dissolto con i ben noti effetti deleteri. Da capire se e  quanto questo evento traumatico per molti elettori PD si evolverà in riflessione critica o  quanto  si dissolverà nel veloce oblio. Temo la seconda. Abbiamo perso così  la formidabile occasione fornitaci da Grillo, che, se ben gestita poteva  diventare una  concreta  affermazione di molte delle nostre istanze. Per noi non si trattava di inseguire i 5 Stelle, ma semplicemente di cogliere l’attimo che si volgeva a favore nostro in termini di affermazione di quei principi e obiettivi che da anni in molti in SEL coltiviamo con competenze e capacità.

Abominevole è l’ipocrisia della riconciliazione tra destra e sinistra che ci è stata propinata nei giorni scorsi e ancor più angosciante  il rischio di ritrovarci Berlusconi come padre della costituente nella  Convenzione delle riforme. Uno strumento quest’ultimo che lascia molte perplessità, condivido Rodotà quando rileva che piuttosto occorre rimettere al centro il Parlamento.

Noi siamo stati bravi, ci siamo mossi bene fino ad oggi e in tanti ce lo hanno riconosciuto. Abbiamo mostrato la nostra onestà e il nostro senso di responsabilità sia con Prodi che rispetto a Rodotà. Perlomeno “grazioso” il fatto che quando noi si è votato Prodi, 43 parlamentari (forse PD) abbiano votato Rodotà.

Ora però non ci possiamo fermare, in una situazione come questa è facile restare immobili. Occorre invece coltivare con determinazione il percorso di ricostruzione reale della sinistra che abbiamo aperto. Occorrono nuove  aperture  non solo verso alcune categorie,o movimenti o associazioni, occorre parlare a tutti: insegnanti, piccoli medi imprenditori, operai e ricercatori.Ma soprattutto occorre trovare il modo di interloquire con quelli che si “astengono” . Abbiamo bisogno di condividere un progetto politico forte.Importanti sono gli elementi di riflessione forniti da Barca. Oltre l’IMU, l’IVA  e anche (per gentile concessione di Letta) .. la Cassa Integrazione, c’è  il  “lavoro” da costruire, da inventare,un lavoro che non c’è. Il  problema delle imprese è che non c’è una politica industriale, non c’è  nessun investimento pubblico per l’innovazione e l’ecologia. Non ci sono idee nuove, solo vecchie ricette atte a mantenere vecchie rendite di posizione . L’11 maggio a Roma sarà grande occasione per costruire  non banalmente un’opposizione di testimonianza, questa non ci interessa. Non possiamo dimenticarci che il nostro è stato un percorso per arrivare al Governo del Paese e per questo ci deve animare lo spirito  di  chi pensa comunque ad un Governo del Paese. Definiamolo “governo ombra” per capirci ,ma viviamolo come un momento di forte costruzione di un cambiamento che irrimediabilmente e testardamente vogliamo continuare  anche e soprattutto ritornando nei territori con una radicale e costante presenza.

Vanda Bonardo


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: