Vanda Bonardo

Home » Territorio » PRESIDIO DI SEL davanti alle stazioni Porta Susa e Porta Nuova contro i tagli della regione

PRESIDIO DI SEL davanti alle stazioni Porta Susa e Porta Nuova contro i tagli della regione

Prosegue la campagna “itreni pendolari:una battaglia di civilta’”

treniProsegue la campagna ITRENI PER I PENDOLARI: UNA BATTAGLIA DI CIVILTA’ che ha visto impegnato il partito in tutto il Piemonte. Nei prossimi giorni SEL sarà in piazza con presidi davanti alle stazioni di Porta Susa e Porta Nuova per testimoniare la vicinanza ai pendolari penalizzati dai tagli al trasporto pubblico locale. Il primo appuntamento è per martedì 19 giugno alla ore 16,30 davanti alla Stazione di Porta Susa. A causa della crisi economica e dei forti rincari del prezzo dei carburanti, il trasporto pubblico è in continuo aumento. Non riconoscerlo anzi azzopparlo ulteriormente senza nemmeno provare a costruire una politica attiva a suo sostegno è un atto criminale.
A consueti ritardi e soppressioni di treni ora si aggiunge l’eliminazione di parecchie corse anche su tratte molto frequentate, oltre che di ben 12 linee su tutto il territorio regionale. Stranamente non 14 come previsto in un primo tempo. Ovviamente siamo contenti del salvataggio di due linee (Casale –Vercelli e Varallo-Novara) , ma sorge spontaneo il dubbio sul perché non si sia usata la stessa attenzione sul resto delle tratte.
Tagli che nel complesso dimostrano come il trasporto pendolare sia ben lungi dall’ entrare nell’agenda delle politiche regionali e nazionali.
Tra pochi giorni inizierà la conferenza internazionale Rio+ 20 sullo sviluppo sostenibile. Il 30% del consumo nazionale di energia per usi finali è imputabile al settore trasporti. Le città italiane, in particolare quelle del nord sono condannare a uno stato di inquinamento e di congestione per i prossimi decenni se non si interviene con scelte innovative nella mobilità.
Per tutto questo SEL ritiene indispensabile che il tema del trasporto pendolare entri nell’agenda delle politiche regionali e nazionali con l’obiettivo di vincere la sfida lanciata dall’Unione Europea al 2020 in termini di riduzione delle emissioni di CO2 e uscita dalla crisi attraverso la green economy. Ma occorre far crescere il trasporto ferroviario pendolare piemontese in modo da raddoppiare perlomeno il numero di utenti nel 2020, con manovre esattamente al contrario di quanto sta accadendo nel nostro paese . Governo e Regioni devono scegliere come priorità il trasporto ferroviario pendolare e aumentare le risorse a disposizione.
Per spostare concretamente il traffico dalla strada alla rotaia occorre una politica dei trasporti che si ponga obiettivi credibili di crescita del trasporto ferroviario a medio termine, per riequilibrare e rendere più efficiente e sostenibile il sistema e che al contempo rinunci ad un ulteriore potenziamento della rete stradale ed autostradale.
Non basta ammantare ipocritamente i propri programmi con le parole della “green-economy” se poi non si è capaci o perlomeno non si vuole nemmeno provare a modificare di paradigmi energetici-produttivi.
Dare risposte ai problemi del trasporto pendolare dovrebbe essere uno degli obiettivi prioritari delle politiche dei trasporti regionali e nazionali, sul modello di quanto avviene da tempo in tutti i Paesi europei che in questo settore concentrano risorse, attenzioni, intelligenze.
In Piemonte esiste una rete diffusa, a copertura quasi totale del territorio regionale, una delle migliori in Italia (circa 2000 Km di linee), già predisposta per essere colonna vertebrale per il sistema-trasporto regionale e nazionale/internazionale. Per questo va avviato un programma di riorganizzazione delle tratte, sia su ferro che su gomma, con logica modulare: linee principali a cui si collegherà un secondo livello di linee più capillari.
Occorre valorizzarla con un vero ‘piano’ per il trasporto regionale e nazionale/internazionale evitando che sia distrutta con tagli sconsiderati, come quelli attuali probabilmente irrecuperabili per il futuro. Non dimenticando il consistente numero di posti di lavoro ad essi correlati.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Twitter

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: